Agricoltura

[cml_media_alt id='1457']agricoltura[/cml_media_alt]Gismap opera in 3 settori ai fini della conoscenza della capacità produttive di un territorio, come fattore chiave per la food security.

Agro Ecological Suitability (AES)
Per la valutazione delle rese di specifiche colture alle reali condizioni ecologiche e socio-economiche dell’area di interesse, nel quadro della produzione di dati di Land Suitability, a livello Nazionale, Regionale o di Comprensorio, GISMAP ha sviluppato uno strumento originale per la applicazione del quadro metodologico generale della Land Evaluation, come definita dalla FAO. A tale scopo sono state integrate l’approccio quantitativo della Agro Ecological Zoning, con l’approccio qualitativo della Land Suitability. I prodotti in output sono valori combinati di capacità produttiva reale (t/ha) e capacità produttiva potenziale (0-100%) delle colture interessate in un dato luogo a scala di dettaglio. L’approccio utilizzato per lo sviluppo della “Gismap-AES” è qui descritto.

Land Suitability: Classificazione attuale e potenziale

Gismap opera, a livello di comprensorio, secondo l’approccio FAO definito nelle “Guidelines for Land Evaluation, mostly for Rain-fed and Irrigated agriculture” per la valutazione delle reali capacità produttive (0-100%) del territorio in un dato luogo ed alle condizioni attuali per un definito uso dei suoli, per specifiche colture agrarie o forestali. I dati in output sono costituiti dalla suddivisione del territorio in zone omogenee per capacità produttive secondo 5 possibili classi principali di Suitability.

Scenari sulle capacità produttive di un territorio per una determinata coltura possono essere disegnati al variare dei possibili valori di dati climatici, dovuti al riscaldamento globale, delle capacità produttive dei suoli, della disponibilità di quantitativa e qualitativa dell’acqua, a seguito di fenomeni di desertificazione, e degli input energetici.

Uso efficiènte dell’acqua
Gismap conduce analisi sulla water use efficiency con metodologie di simulazione della risposta produttiva delle colture erbacee in situazioni nelle quali l’acqua rappresenta un fattore limitante ; calcolo dei fabbisogni in acqua delle colture; rilievi di schemi irrigui esistenti con l’obiettivo di un loro ripristino tramite la raccolta dei dati di campo, elaborazione di cartografia ed organizzazione in DataBase.